Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

CI RISIAMO: ANCHE PER LE VERGOGNE “NON C’E’ DUE SENZA TRE”

Marzo 2014

Impossibile distrarsi, se ne vedono di tutti i colori. Questa volta è in Lombardia, a Lodi,  il vergognoso bando che offende e umilia il nostro lavoro: ma la Fondazione non ha tentennamenti, ed anche in questo caso interviene, con forza, per difendere la dignità e l’orgoglio degli architetti e degli ingegneri liberi professionisti.

vergogna3

 

In questi giorni è stato pubblicato un bando per un appalto integrato “PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DI UN CENTRO PER RICOVERO E CURA DELLA DISABILITA’ ALL’INTERNO DI VILLA TERZAGHI VITTADINI” che riporta la scadenza: 12.04.2014 ore 12.00. L’ente banditore è l’AZIENDA SPECIALE DI SERVIZI DI CASALPUSTERLENGO (LO).

Lo scandalo deriva dal fatto che il  R.U.P. dell’intervento, che è anche  Direttore dell’Azienda,   rag. Enrico Dusio, ha ritenuto – ed in quanto ragioniere  è auspicabile che contabilmente non possa essersi sbagliato – di fissare il compenso professionale, spese comprese, per la stesura della progettazione esecutiva delle opere previste, opere di importo pari a € 2.114.386,00, udite udite: in € 10.150,40 al lordo di  iva e contributi previdenziali. Quindi, al netto di questi oneri,  il base d’asta è pari a € 8.000,00. L’importo, ovviamente, è soggetto a ribasso d’asta.

Esattamente UN DECIMO di quanto deriva dall’applicazione dei nuovi parametri di cui DM 143/2013. Infatti, con tali parametri l’importo netto per la prestazione professionale da porre in gara risulta  pari a  € 79.494,76.

Il ragioniere ha pensato di porre  in gara un importo già da lui scontato  del 90%:

 

COMPLIMENTI RAGIONIERE! ANZI, SI VERGOGNI!

 

Come già accaduto nel recente passato, la Fondazione ha già intrapreso ogni azione in suo potere per arginare queste vergogne che infangano la dignità dei professionisti e del lavoro e alzando con forza la voce, per sensibilizzare anche l’opinione pubblica sulla gravità di tali azioni che minano la sicurezza di tutti i cittadini.