Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Rubrica di aggiornamento sull'attività di contrasto ai bandi irregolari

Le azioni di contrasto.
 
- il Comune di San Vero Milis (OR)  ha bandito una procedura aperta, nella quale non venivano rispettati i termini di presentazione delle offerte, non veniva allegato il calcolo del compenso e la base d’asta era incongrua. Non avendo ricevuto alcun riscontro si è proceduto con l’esposto all’ANAC;
- il Comune di Monserrato (CA) ha pubblicato una manifestazione di interesse, nella quale uno dei due lotti da aggiudicare era privo del finanziamento e il pagamento del compenso del professionista era subordinato all’ottenimento del finanziamento stesso, inoltre, la base d’asta era incongrua. In assenza di un riscontro entro il termine concesso si è adita l’ANAC;
- il Comune di Baronissi (SA) ha bandito una procedura negoziata, nella quale non era stato allegato il calcolo dei corrispettivi e veniva richiesta l’esecuzione di una parte del servizio da appaltare nell’offerta tecnica (in particolare si chiedeva di allegare all’offerta tecnica la progettazione definitiva). Dopo la notifica della diffida, l’Amministrazione ha provveduto a rettificare il bando;
- il Comune di Sanluri (SU) ha pubblicato una manifestazione di interesse, nella quale la base d’asta era incongrua, ciò che rendeva, conseguentemente, illegittimo l’affidamento diretto (essendo la gara superiore ai 40.000 euro), infine, la base d’asta era stata calcolata a lordo degli oneri previdenziali. Con una nota l’Amministrazione ha informato dell’avvenuto annullamento della procedura;
- la Provincia di Pistoia ha bandito una gara, nella quale la base d’asta era incongrua e calcolata a lordo dell’iva, inoltre, venivano previste delle penali superiori ai limiti imposti dal Codice. Non avendo ricevuto alcun riscontro è stato notificato un esposto all’ANAC;
- il Comune di Bernareggio (MB) ha bandito una procedura negoziata, nella quale uno dei due lotti messi a gara era privo di finanziamento. In assenza di un riscontro si è adita l’ANAC;
- il Comune di Laino Borgo (CS) ha bandito una manifestazione di interesse, nella quale non era allegato il calcolo del compenso e la base d’asta era incongrua. Stante il mancato riscontro si è proceduto con la notifica di un esposto all’ANAC;
- il Comune di Marsala ha pubblicato una manifestazione di interesse per il servizio di RSPP, nella quale erano previsti dei requisiti di partecipazione illegittimi (in particolare si richiedeva l’iscrizione nell’albo speciale dei tecnici antincendio). Si attende che scada il termine concesso prima di adire l’ANAC;
- infine, l’Agenzia del Demanio Liguria ha pubblicato una procedura aperta, nella quale era previsto che, in caso di varianti necessarie alla progettazione, che avessero fatto aumentare il costo dell’opera, il compenso del professionista non avrebbe potuto subire modifiche (in aumento). Si attende che scadano i dieci giorni concessi prima di adire l’ANAC.
 
Avv. Riccardo Rotigliano
Avv. Giuseppe Acierno